Informazioni personali

La mia foto
Dopo tre anni e nove mesi on-line, ho deciso di interrompere il mio percorso da Blogger su "Tra il filosofico e il cosmetico". Per tutto il tempo in cui ho gestito questo sito, ho cercato di trasmettere la mia passione per la vita e le mie inclinazioni personali, parlando di make-up, moda, viaggi, scrittura, libri, film e molto altro. Nonostante tale scelta mi porti a non essere più presente sul mio amatissimo blog, ho pensato per il momento di continuare a renderlo visibile su Internet, augurandomi così che tutti i post pubblicati possano ancora essere per i lettori fonte di svago, di compagnia e di ispirazione. Grazie di cuore a tutti coloro che hanno condiviso con me questa magnifica avventura. Spero davvero che, in futuro, ci sarà la possibilità di sentirci nuovamente, magari per chiacchierare sui romanzi o sulle poesie che sogno di riuscire a pubblicare. Fanni

Indirizzo e-mail

Per contattarmi, nonostante la chiusura del blog, potete continuare a utilizzare l'indirizzo e-mail di sempre trailfilosoficoeilcosmetico@hotmail.it.
Se qualche testata giornalistica o rivista on-line desiderasse darmi fiducia e offrirmi delle possibilità in ambito letterario o di scrittura in generale, non esiti a farmelo sapere. Grazie mille.



giovedì 9 luglio 2015

Un saluto, qualche parola, tanto affetto per tutte voi...


Ho pensato tanto se scrivere o meno questo post, ma alla fine mi sono decisa.
Scusate se ho impiegato più di un anno per farmi risentire, ma avevo bisogno di riordinare le idee e dare la precedenza alla mia vita. Solo chi ha un blog e lo segue con passione può capire quanto sia totalizzante doverlo gestire ogni giorno più volte al giorno, incastrando l'impegno virtuale tra le mille occupazioni e preoccupazioni fisiche del quotidiano.

Ciao ragazze, è la vostra Fanni che vi parla.

Una premessa è d'obbligo: non sono "tornata". Dopo questo mio scritto non ne seguiranno altri: mi spiace se le prime righe qua sopra abbiano dato l'illusione di un nuovo avvio di "Tra il filosofico e il cosmetico".
Tuttavia, ho deciso di scrivervi perché mi manca il rapporto con voi, con le mie lettrici e con le blogger con le quali ho stretto vere e proprie amicizie, proseguite anche nel quotidiano al di fuori di nickname, recensioni, TAG e fotografie.
Ultimamente, poi, ho ricevuto dei commenti molto toccanti e addirittura delle mail di persone che mi chiedevano notizie e aggiornamenti, e non posso nascondere che tale interesse mi abbia commossa profondamente. Sono ben conscia che il mio blog fosse una minuscola realtà, ma immagino possiate capire la mia gioia nel sapere di aver lasciato, in qualche modo, un segno in alcune di voi.

Quindi eccomi a salutarvi e a chiedervi come stiate. Come vadano le vostre vite, i vostri blog, le vostre aspirazioni legate all'essere donne, al mondo della Bellezza e anche alla vita di tutti i giorni, fatta di azioni, relazioni, studio, lavoro, soddisfazioni, ostacoli, vittorie e sconfitte.

Io sono stanca ma sto bene. Ho passato un anno veramente difficile dopo la chiusura del blog e le cose non si sono ancora risolte, benché adesso vada un po' meglio rispetto a qualche mese fa.
Mi mancano pochissimi esami e poi conseguirò la sudata Laurea in Giurisprudenza.
Continuo ad amare il trucco, ma spendo decisamente meno per i prodotti.
Ho un nuovo smartphone, con cui scatto decine e decine di foto, e mi diverto in compagnia delle persone che amo, come sempre "poche ma buone"... anzi, "buonissime".
Soprattutto, però, continuo a scrivere.

So che siete molto curiose in merito a questo argomento, perciò cercherò di raccontarvi qualcosa che, spero, possa farvi piacere.
Dal 2012 ho avvertito un grande cambiamento dentro di me: ho abbandonato la timidezza e il pudore che contraddistinguevano il mio lato più fantasioso e ho iniziato a mettermi in gioco, partecipando a concorsi nazionali che, piano piano, hanno dato i loro frutti.
Finora ho visto pubblicati un mio racconto lungo, tre racconti brevi e quattro poesie in diverse antologie che sono state create a seguito dei Premi letterari a cui ho deciso di aderire.
Nessun ritorno economico per il momento, ma "soltanto" il piacere di vedere il mio nome sulla carta stampata e dentro volumi rilegati: d'altronde, scrivo per la necessità di esprimere la mia creatività e non certo al fine di monetizzare sulla mia arte.
Naturalmente, il sogno di "fare la scrittrice" in tutto e per tutto rimane, anche se sono ben conscia del fatto che a) serva l'idea vincente e b) sia necessaria tanta fortuna per incontrare l'editore giusto che creda e investa su di me.
Sappiate che il lavoro per la ricerca di una casa editrice è davvero lungo e complesso: proporre un manoscritto significa attendere per mesi una risposta che, in tutta probabilità, non arriverà mai... Con la conseguenza di veder passare gli anni senza ricevere "segni di vita" e, nel frattempo, continuare a muoversi in più direzioni per contattare il maggior numero di persone e mettere in luce il mio lavoro nei confronti di diversi soggetti e realtà letterarie.
Ho un lavoro pronto nel cassetto e sto meditando seriamente sull'auto-pubblicazione, che non significa pagare affinché un editore lo pubblichi, bensì investire su me stessa utilizzando uno dei siti che offre questa tipologia di servizio (Amazon, You Can Print, Narcissus ecc.) per "lanciare" il mio romanzo in e-book, impaginandolo da me, creando la copertina, fissando il prezzo e impegnandomi in prima linea per la promozione del romanzo stesso.
Sono molto dubbiosa perché temo di "non essere pronta", ma al contempo sono eccitata e non vedo l'ora che mi si conosca col mio vero nome e la mia vera creatività, cioè la fantasia, l'inventiva e, ovviamente, la mia scrittura.

A tal proposito, per continuare sulla linea della sincerità con tutte voi, sto pensando se sia il caso di aprire un nuovo spazio online. Non rinnego "Tra il filosofico e il cosmetico", ma qui si parlava di tutt'altro e non ho mai voluto espormi con la mia vera identità.
In questo sono una persona molto riservata e, infatti, sapete bene che quasi nessuno nella mia quotidianità conosca questo blog come mia "creatura". Invece, a oggi sento l'esigenza di uno spazio a mio nome, dove poter raccontare della scrittura ed espormi come scrittrice esordiente senza nascondermi dietro un nickname quale è stato, per tanti anni, quello di "Fanni".
Semmai arriverà quel giorno, il giorno in cui deciderò di lanciare un nuovo sito/blog, ma soprattutto semmai deciderò di pubblicare io stessa il mio romanzo, spero avrete il piacere di supportarmi.
Da parte mia, mi impegnerò a contattare tutte coloro che sono state così carine da dimostrarmi la loro vicinanza negli anni di "Tra il filosofico e il cosmetico", ma ricordate che voi stesse, grazie all'indirizzo e-mail ancora attivo del blog, potete scrivermi privatamente.
Sarò lieta di darvi i nuovi contatti e farmi conoscere per quella che sono: una ragazza di venticinque anni che continua ad amare la moda, il trucco, la fotografia, l'arte, la cultura, la lettura, i viaggi ecc., ma che, soprattutto, dentro si sente "scrittrice" da una vita e per una vita, e che non vede l'ora di far conoscere concretamente questo suo lato a chiunque avrà voglia di leggere qualcosa prodotto da lei.

Ho parlato fin troppo e penso sia ora di salutarci, non prima però di avervi dato un'ultima comunicazione. Si tratta di un argomento non piacevole, ma sono sicura che mi supporterete anche in questo.
Vorrei ricordare a chiunque che, benché il blog sia chiuso, io lo controlli quotidianamente, sistemando post in qua e in là affinché sul web rimanga uno spazio godibile e utile per coloro che, a oggi, continuano ancora a contattarmi per avere informazioni su determinati siti o prodotti.
E' capitato, durante le mie ricerche e revisioni, che scoprissi miei contenuti su altri blog, perciò mi preme dare avviso del fatto che io non scrivo più qui sopra, ma che tengo d'occhio tutto e non mi fa piacere quando capitano nefandezze del genere. Quindi, gentilmente, rispettate quanto ho fatto fino a giugno 2014 e non appropriatevi del mio lavoro in maniera illegittima. 

Detto ciò, ragazze, spero che questo mio piccolo aggiornamento possa avervi strappato un sorriso e fatto sentire la mia vicinanza, nonostante l'assenza che perdura da tantissimo tempo.
Spero di aver modo, prima o poi, di tornare attiva anche sui vostri blog, dato che finora non mi è stato possibile. Sappiate, comunque, che vi porto nel cuore e porto nel cuore questo spazio che mi ha dato veramente tanto a livello concreto, benché sia stato un diletto per la maggior parte virtuale.

Vi abbraccio forte e speriamo di sentirci presto...


Fanni

lunedì 16 giugno 2014

Una lettera dal cuore che comincia con la fine.


Dopo due settimane di silenzio, eccomi qui a scrivere una lettera molto difficile perché, se avete imparato a conoscermi in questi quasi quattro anni on-line, sono una persona che si affeziona molto a ciò di cui si circonda e, quando deve stare lontana dai suoi "mondi", soffre e spera di causare il minor numero di danni a se stessa e a coloro che, in quelle cose, sono comunque coinvolti, benché indirettamente.

Da diverso tempo, come vi avevo anticipato in quest'altro post, ho intrapreso un percorso di crescita personale che mi ha portata a capire quali siano gli impegni davvero importanti della vita e quali, invece, rimangano soltanto occupazioni temporanee - belle, sì, ma non essenziali, non quando il tempo scarseggia e c'è bisogno di focalizzare tutte le attenzioni e le energie in qualcos'altro di veramente vitale.
A ventiquattro anni - e voi potreste forse dire "Bella scoperta, Fanni!" - mi sono resa conto di non poter più procrastinare nello studio e nella mia passione più grande e primigenia, la scrittura.
Arrivata al quinto anno di Giurisprudenza con ancora tanti esami da superare prima della laurea, non voglio più "giocare" e lasciar fare al destino: voglio studiare, concentrarmi sulle materie che dovrò affrontare e concludere il mio iter universitario così faticoso al meglio delle mie possibilità.
In più, non posso smettere di scrivere e di sognare che un giorno del mio diletto farò un mestiere vero e proprio. L'ho detto più volte, perciò lo sapete bene: "da grande", vorrei tanto fare la scrittrice.

Ad maiora, insomma. Per questo motivo, e adesso lo dico esplicitamente in modo che non vi siano più dubbi, ho deciso di concludere la mia avventura su "Tra il filosofico e il cosmetico". Non so se per un periodo o per sempre, ma al momento non posso e non riesco ad andare avanti.
Non mi va di scrivere sporadicamente, come qualcuno potrebbe consigliarmi ("Scrivi quando ti va! Quando hai tempo!"), perché il blog è per me un impegno quotidiano e non riesco a scendere al compromesso di pubblicare quando posso, quando ho un attimo di respiro dalla vita quotidiana. Agendo in tal modo, snaturerei le mie intenzioni e l'essenza stessa della mia personalità.
In più, ho bisogno di canalizzare tutta la mia creatività nella scrittura, nella creazione di romanzi e nella partecipazione di concorsi letterari che mi aiutino a emergere.

Spero che nessuno di voi se ne prenda a male: aprire questo blog, per me, è stata un'esperienza meravigliosa che porterò per sempre nel cuore.
E' stato un insieme di emozioni incredibili, una finestra su realtà diverse dalla mia, un mezzo tramite cui stringere amicizie, fare nuove conoscenze, entrare in contatto con dimensioni lontane e al tempo stesso vicine grazie alla tecnologia, alle foto, al calore trasmesso da ogni singolo post che ho letto o che ho scritto.
Non rimpiango e non rinnego nulla e, davvero, mi permetto di consigliare a tutti questo tipo di percorso: se sentite l'esigenza di esprimere voi stessi, provate con un blog, tentate una piccola grande follia come quella di scrivere a degli sconosciuti raccontando voi stessi. 
Per scelta, io non mi sono mai esposta "visivamente", ma sono stata me stessa al 100% in ogni contenuto che ho scelto di proporvi nel tempo. E, anche grazie a "Tra il filosofico e il cosmetico", sono riuscita ad apprezzare tante cose che prima non vedevo, a superare certi limiti che mi ero imposta, a fare della gentilezza il mio fiore all'occhiello.

Desidero ringraziare tutte le aziende, i PR e le pagine Facebook che hanno collaborato con me, dandomi la possibilità di ricevere prodotti, di testarli e di proporre nuovi contenuti sul mio sito. In particolare, desidero ringraziare Faby Line, che mi è stata vicina dagli esordi, e anche Caudalie e Rimmel London.
Ringrazio tutte le blogger con cui ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere, alcune delle quali sono divenute vere e proprie amiche virtuali (ma anche reali). Tra loro LudoHermosa, Dony, Dama, S., Spendina, Manu, Morgana, Dea, Astasia, Laura, Sabry, Dadda, Claudia, Alex... e siete davvero troppe per continuare, ma permettetemi di abbracciarvi una a una. Siete stata una fonte inesauribile di compagnia. 
Tra l'altro, tengo a dire che non smetterò di seguirvi, ma cliccherò "Mi piace" sulle vostre pagine Facebook dal mio profilo personale. E spero un giorno di scrivervi per annunciarvi che ce l'ho fatta, che ho pubblicato. Che ho realizzato il mio sogno.
Grazie, infine, a quelle poche persone che, nella mia vita reale, sapevano del blog e mi hanno sempre sostenuta: mia sorella Emma e le mie amiche Yuna, Nike, Chicca, B. e C. soprattutto. 

Per quanto riguarda i miei canali, vi avviso già che ho oscurato i video su YouTube perché non me la sento di lasciarli "incustoditi", benché io non appaia mai in volto. 
Successivamente, tra qualche giorno credo, cancellerò o sospenderò la pagina Facebook.
Del blog ancora non so dirvi, dipenderà da cosa deciderò di fare: al momento, lo lascerò on-line, ma potrà essere che cambierò idea e lo metterò off-line. Non è facile prendere una decisione del genere: anche in questo caso, non so se sia opportuno che io lasci questo spazio senza una sorta di mia supervisione.
Certamente non cancellerò l'indirizzo e-mail, perciò se avrete voglia di scrivermi potrete provare a contattarmi lì. Sappiate che mi farà piacere avere un vostro segnale... mi farà sentire meno "in colpa" per questa soluzione drastica che ho maturato nel tempo.

Ci sono tante altre cose che vorrei scrivervi, ma credo che sarebbero inutili a fronte di tutto quello che ho fatto e che spero di aver trasmesso in questi anni.
Non so, a oggi, se il mio sia un "Addio" o un semplice "Arrivederci", ma mi auguro che tutte voi sarete comunque felici per me, per questa scelta difficile che, però, ho preso con la prospettiva di non lasciare più le cose al caso, provando a fare della mia vita ciò che desidero dal profondo del cuore, nel modo più sereno e felice possibile.

Un ultimo "Grazie" va detto a tutte le persone che mi hanno letta e che si sono soffermate, per tanto o per poco, sul mio sito, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube. 
Da parte mia, spero di avervi divertiti, emozionati e fatti svagare.
Sono certa che ci "rileggeremo", in un modo o nell'altro.
Per il momento, ciao a tutti.

Sempre vostra,

Fanni

giovedì 5 giugno 2014

Le mie collane di Forever 21

Glam Flower Necklace
€ 6,90

Pink/Gold




Yellow/Gold





Dainty Floral Faux Stone Necklace
€ 8,90

Cream/Gold




Mint/Gold





Ordinate il 12/4/2014 e ricevute il 16/4/2014, pagate in tutto € 31,60 (spese di spedizione incluse).
Purtroppo alla mia preferita - quella color panna - è già saltato via un "petalo", ma per il resto sono stupende...
Non vedo l'ora di ordinare ancora su Forever 21, è già amore.

Fanni

lunedì 2 giugno 2014

Parfum Divine de Caudalie e altri lussi...

Come primo post di giugno, ho pensato di tornare indietro a un mese fa circa...
Pochi giorni dopo il mio compleanno ho ricevuto un lussuosissimo pacchetto firmato Caudalie, maison della quale vi ho parlato più volte qui sul blog (per ritrovare i miei articoli, cliccate qui).



Stavolta sono stata omaggiata di un regalo davvero speciale, confezionato in una paper cake che, a giusta ragione, mi è stata recapitata poco dopo aver compiuto ventiquattro anni: il "Parfum Divine de Caudalie", nonché l'ultimo nato in casa Caudalie e divenuto subito il prodotto di punta, lasciatemelo dire, per lo splendore della confezione che si presta alla perfezione per un regalo ad una persona speciale.

"Quante volte ne abbiamo parlato con Jacques Cavallier. 
E ancora in quante mi hanno scritto per chiedermi 'quando?' 
E dunque eccoci: semplicemente 'Divin'. 
Un invito a lasciarsi andare."

- Mathilde Thomas



A seguito del successo dell'"Huile Divine", che ho già avuto modo di provare in passato e del quale sono innamorata per il suo intenso e ricercato profumo e per le sue proprietà emollienti e idratanti, è nato "Divin", che riprende la medesima fragranza: "una rosa, un po' di vaniglia, muschi, un tocco meravigliosamente vellutato..."
In particolare, le note sono "la Rosa del Marocco in essenza fine e delicata e la rosa di Bulgaria in assoluto, precedute da pompelmo fondente e pepe rosa speziato, da tre baccelli della rara vaniglia 'planifolia Uganda', dal cedro di Virginia e da muschi straordinari."

Come non menzionare il packaging, creato con tonalità di mercurio e oro puro per il flacone e con legno di frassino (proveniente da foreste a gestione sostenibile) per il tappo.
Come ho detto, si tratta di un prodotto perfetto per un regalo di lusso.

Qualche nota informativa: il flacone da 50 mL è proposto a un prezzo di 45,50 €. Esso è disponibile disponibile dal 10 maggio 2014 in farmacia, su www.caudalie.com e nelle boutique monomarca.



Una menzione va agli altri due prodotti che Caudalie ha voluto inserire nel pacco regalo per me: la confezione da 50 mL di "Huile Divine" sopra menzionato, del quale potete ritrovare la recensione su "Tra il filosofico e il cosmetico" cliccando qui e qui e "Jambes Divine", la tinted body lotion recante la medesima profumazione degli altri due articoli, e adatta per un tocco di fresca luminosità e doratura alle nostre gambe in queste prime sere (quasi) estive nelle quali desideriamo scoprirci apparendo comunque al meglio nonostante la mancanza di abbronzatura.

Spendo qualche parola in più su "Jambes Divine", poiché mi sono resa conto di non avergli dato abbastanza spazio in passato qui sul blog.
Esso è ideale per dare luce alle gambe senza autoabbronzante. Ultraleggero, conferisce immediatamente alla pelle un colorito dorato e attiva l'abbronzatura naturale. La sua colorazione universale si fonde con la pelle, asciugandosi in un batter d'occhio.

Il flacone da 100 mL è venduto a 26 €: per maggiori informazioni e per acquistarlo, click qui.

Naturalmente, ringrazio ancora tantissimo lo staff di Caudalie per l'omaggio, e, rivolgendomi alle mie lettrici, mi piacerebbe sapere se conoscete questo marchio e i prodotti che vi ho presentato quest'oggi. 
Come vi sembrano? Li avete mai provati o, comunque, ce n'è uno fra i tre che vi incuriosisce particolarmente?

Buon inizio di giugno a tutti,

Fanni

sabato 31 maggio 2014

*Il meglio di*: MAGGIO 2014


Maggio 2014, anche tu sei finito.
Sicuramente non sei stato un mese facile: hai richiesto il mio studio, le mie attenzioni e la mia organizzazione, ma mi hai anche dato tanto, restituendomi gioia, entusiasmo e tanta energia per affrontare ogni giorno.

Quali sono stati i tuoi momenti migliori?
Eccoli qua.


RICORDO

Senza dubbio, il ricordo di questo mese è legato al giorno del mio compleanno, nel quale ho sostenuto il parziale di un esame, poi sono stata in compagnia di una cara amica, ho studiato a casa, ho cenato con la mia famiglia e ho passato la serata col mio fidanzato per ricevere i suoi regali.




NOVITA'

Purtroppo una novità negativa è arrivata in merito alla mia "vita da autrice": dopo aver scritto un romanzo questo inverno per partecipare a un concorso letterario a cui tenevo molto, mi è stato comunicato che l'iniziativa era stata annullata causa pochi contributi letterari ricevuti.
Ci sono rimasta davvero malissimo, nonostante io mi auguri che gli organizzatori riescano a trovare una soluzione... 
Ho speso tempo e concentrazione su quello scritto, ci ho investito molto in termini di aspettative e il fatto di non avere nemmeno la possibilità di concorrere mi ha lasciata parecchio delusa.



FILM

Dopo tanto tempo, ho riguardato un film che, sin dalla prima volta, mi ha colpito moltissimo: "L'altra metà dell'amore", una storia d'amore tra due ragazze vista dall'occhio di una giovanissima Misha Barton, coprotagonista assieme alle straordinarie Piper Parabo e Jessica Paré.
Se non lo avete mai visto, vi lascio qui il link di un canale YouTube che lo ha caricato per intero.



LIBRO

Sul mio comodino, "Il cardellino" di Donna Tartt.
L'ho appena iniziato, quindi vi farò sapere più avanti cosa ne penso.



SERIE TV

Più che una serie TV specifica, questo mese io e la mia famiglia abbiamo guardato tantissimo "Cuochi e Fiamme", il programma condotto da Simone Rugiati, con Chiara Maci, Riccardo Rossi e Fiammetta Fadda.
Ci è piaciuto molto per l'ironia, la creatività e la diversa prospettiva che questa trasmissione utilizza per interpretare il classico programma su cibo e cucina.
Canale 29 del digitale terrestre!




FOTOGRAFIA

Era un giorno di metà maggio e, in uno dei "punti storici" della mia Bologna (Porta Lame), ho assistito a questo magnifico spettacolo, che chiamerei... 
CHI HA ACCESO LA LUCE LASSU'?




IMMAGINE

Nike, una delle mie migliori amiche, è a NY per un paio di mesi e con lei mi tengo in contatto quotidianamente via Whatsapp.
Quando mi ha detto che stava per vedere la "Notte stellata" di Van Gogh dal vivo, mi sono "fiondata" su Google per ammirare il quadro, seppur a distanza, assieme a lei.
Ed è inutile, l'emozione che questa immagine lascia ogni volta è unica, speciale.



CIBO

La "Torta Mars" che mia mamma mi ha preparato per il compleanno: uno dei miei dolci preferiti di sempre!
Anni fa ho anche postato la ricetta qui sul blog: la ritrovate cliccando su questo link.




VIDEO

Divertentissimo lo "swap" mostrato in video da Judy: chi non sognerebbe di ricevere una scatola delle meraviglie come questa?




CANZONE

La canzone di questo mese? Esattamente la canzone di questo mese di un anno fa.
Non servono presentazioni.




POST SU "TRA IL FILOSOFICO E IL COSMETICO"

Il discorso sulle mie intenzioni a riguardo del blog.
Per leggerlo o rileggerlo, click qui.




POST SU UN ALTRO BLOG

Un articolo che ha ispirato molto quello che vi ho linkato qua sopra.
Un bacione, Maury: non sai quanto io possa comprendere la tua scelta.



PRODOTTO COSMETICO

A metà aprile, ho acquistato qualche prodottino di KIKO tra cui l'eyeliner che vedete qui sopra.
L'ho utilizzato tantissimo e credo mi abbia fatto capire che la "penna" è la tipologia che preferisco per quanto riguarda questo cosmetico.
Ormai sta per terminare, perciò mi rivolgo a voi: quale altro altro eyeliner in penna mi consigliate di provare?




SMALTO

Il bellissimo 056 "Breakast at Tiffany's" della linea Lasting Color Gel di PUPA.
Per vedere gli swatches, vi consiglio questo articolo di ElyMakeup06.



ACCESSORIO

Il mio bracciale Pandora (sì, di nuovo!), che per il mio compleanno si è arricchito di bellissimi charms
Qui potete vedere gli altri regali che ho ricevuto e qui, invece, potete leggere un post su Pandora e sulle sue magnifiche proposte.

Fanni

martedì 27 maggio 2014

PUPA I'm 406 "Fuchsia Maniac"





Non pensavo avrei mai acquistato un rossetto così acceso, e invece... eccoci qua! 
E' stata PUPA a invogliarmi a sperimentare, grazie alla promozione legata ai nuovi rossetti "I'm" di cui tutte, negli ultimi tempi, abbiamo sentito parlare.
Scaricando il coupon dal loro sito era possibile per noi consumatrici aggiudicarci uno dei colori al prezzo speciale di 5 € anziché 12,90 €... Un bello sconto, insomma!





Quando mi sono recata da Limoni avevo già idea che mi sarei lanciata su uno dei fucsia (della gamma dei "400", per intenderci): dopo aver visto su Internet numerosi swatches e infiniti articoli di comparazione, il mio proposito era quello di buttarmi su qualche cosa che assomigliasse a "Impassioned" di MAC, il rossetto reso celebre dalla bellissima Beyoncé in un video di qualche anno fa.

Alla fine, dopo minuti e minuti di indecisione, la mia scelta è ricaduta sul numero 406, "Fuchsia Maniac" (qui trovate un utilissimo post di comparazione tra il rossetto che ho acquistato, "Impassioned" di MAC e un altro di KIKO molto interessante).







Se dovessi descrivere a parole il colore, direi che si tratta di un fucsia freddo ma, e qui scatta la contraddizione, con una punta di corallo (che, invece, darebbe una nota calda al prodotto).







Da queste immagini il colore risulta appena più chiaro di quanto sia in realtà (per vedere una foto più verosimile, cliccate qui). Ad ogni modo, la straordinarietà di questo rossetto, oltreché nella pigmentazione, sta nella resa sulle labbra e nella durata eccezionale che dimostra.
Dopo un paio d'ore, il pigmento tende appena a seccarsi, ma l'intensità rimane così vivida fintantoché non si mangia o si beve qualcosa... Poi, nel tempo, il tono inizia a sbiadire con lentezza lasciando comunque le labbra pigmentate, come se il rossetto si fosse trasformato in una tinta.

Che dire... Io sono assolutamente soddisfatta del mio acquisto e ho notato che diverse blogger e youtuber che hanno scelto il mio stesso numero sono rimaste molto contente.
Una fra tante? La nostra Clio nazionale, della quale vi lascio il video recensione specifico qui sotto!



E voi che "I'm" avete scelto? Siete soddisfatte del vostro acquisto?

Fanni

venerdì 23 maggio 2014

#amaggiosistudia - LA SINCERITA' PRIMA DI TUTTO


La sincerità prima di tutto.

In questo mondo virtuale, non l'ho capito subito. Ci ho messo un po', perché all'inizio era tutto così dorato, così luccicante...

Col tempo, però, mi sono accorta che la trasparenza era l'unica chiave per andare avanti, e questo perché a leggermi non erano più solo due o tre persone - e se anche fosse stato, avrei dovuto loro la medesima onestà - ma decine, centinaia addirittura. 
La responsabilità era diventata più grande, nel mio "piccolo".

Grande responsabilità, piccolo luogo.

Sì, "Tra il filosofico e il cosmetico" è nato senza nessuna pretesa di merito.
Avevo voglia di comunicare e di esternare un lato della mia personalità, e in questo blog ho trovato l'opportunità giusta per farlo.
Siete arrivate voi, ho conosciuto tante persone. Sono arrivate le aziende.

Col tempo, però, e soprattutto col susseguirsi degli eventi e della mia "vita vera", mi sono resa conto di due cose: la prima, che io non sono solo questa... "Tra il filosofico e il cosmetico" è una parte di me, ma non mi rispecchia in toto, perché io sono molto altro, ho tanto altro, voglio un'immensità di altre cose per la mia esistenza; la seconda, collegata a questa, che leggendo i vostri blog mi rendo conto di quante persone - o meglio, blogger - più meritevoli ci siano, che sicuramente meritano, per l'appunto, più collaborazioni di me, più visualizzazioni di me, più successo di me.

Come in molti di voi sapranno, il sogno della mia vita è diventare una scrittrice.
Mi piacerebbe anche scrivere per i giornali o per le riviste, e ammetto che negli ultimi due anni io abbia pensato che questo blog mi avrebbe potuto dare una mano, permettendomi di farmi notare, magari, da qualche direttore o redattore interessato.

Troppi sogni? Illusioni?
Forse.
Ma io credo molto nel mio desiderio più grande.

Questo però, finora, non è accaduto.
E conciliare lo studio, il blog, la scrittura e il resto dei miei impegni non è facile.

Sapete che studio Giurisprudenza e che andrò fuori corso. Già questo è un motivo valido per dedicare tempo e concentrazione al mio percorso universitario.

In più, ho bisogno, un bisogno fisico, necessario e vitale di scrivere. Di inseguire il mio sogno. Di provare a concretizzare quella che per me, a tutti gli effetti, è una missione di vita: scrivere per me e per gli altri. Fare della scrittura il mio mestiere.

Tutto questo, per dire una cosa: il blog, inevitabilmente, rischia di cedere il passo a qualcosa di molto più grande, forte e intenso che è... il mio "viaggio".

Spero che stia passando il messaggio nel modo in cui lo sto pensando e lo sto scrivendo.
Ciò che voglio dire, insomma, non è l'abbandono certo del blog. No.
Sto semplicemente parlando con chiarezza. Come ho detto, la sincerità prima di tutto.

Amo "Tra il filosofico e il cosmetico". Ma amo di più la mia vita e i miei progetti.
Se questo blog mi darà l'opportunità di crescere ancora come persona grazie a tutto ciò che lo riguarda (conoscenze, collaborazioni, un "lavoretto" magari), sarò lieta di proseguire la mia avventura on-line.
Penso traspaia il mio entusiasmo da ogni singolo post, dalla cura con cui ho sempre gestito il mio spazio virtuale e con cui, tuttora, lo porto avanti.

Però, se dovessi arrivare ad un punto, come già mi è capitato in passato, di non riuscire più a conciliare le cose più importanti della mia vita con questa mia altra "creatura", beh, allora sarò costretta a fermarmi.
Vi sto paventando questa ipotesi perché, non lo nego, negli ultimi mesi ci ho pensato più volte.
Non ho mai preso una decisione definitiva poiché sono troppo affezionata al blog, a voi, alla parte del mio tempo libero che dedico alla scrittura di recensioni, di moda, di altre frivolezze.
Ma un giorno, vicino e lontano che sia, potrebbe accadere che io vi comunichi questa notizia, in maniera categorica.

Quello che voglio dire è che, per adesso, "Tra il filosofico e il cosmetico" proseguirà.
Non so fino a quando. Potrà essere che riuscirò a incastrare nuovamente tutto, e allora queste mie parole si disperderanno al vento. Oppure potrà accadere che nuove avventure mi coinvolgeranno, portandomi a una lontananza da questo luogo. Spero non succeda, ma non lo escludo.

Ci tenevo a essere molto chiara con voi e sentivo l'esigenza di spiegarvi, di spiegarmi.
Magari questo articolo non servirà a niente... forse, vi farà semplicemente capire qualcosa di più di me.

Intanto vi auguro un buon weekend.
Un abbraccio,

Fanni

giovedì 22 maggio 2014

#amaggiosistudia - I MIEI REGALI DI COMPLEANNO


Inaspettatamente in anticipo rispetto agli altri anni, oggi vi mostro i regali che ho ricevuto per il mio ventiquattresimo compleanno, caduto il 7 maggio scorso. Quel giorno, non so se lo ricordate, avevo condiviso qualche pensiero sul blog, dunque, se vi va di rileggere le mie parole da "festeggiata", cliccate qui. :)



Il primo regalo che ho ricevuto è stato un "polsino" di Swarovski, di tessuto nero tempestato dei classici brillantini trasparenti. E' stato un regalo dalla mia cugina "modaiola" A. e da tutta la sua famiglia.


La sera prima del mio compleanno, la mia amica A. mi ha fatto una graditissima sorpresa, facendomi consegnare da un "gufo" un po' cresciuto (suo papà) questa penna-piuma presa all'Harry Potter Store situato dal binario 9 3/4 di King's Cross a Londra. Un'idea davvero magica!


La mia amica V., invece, si è lanciata su questo bellissimo bikini di Tezenis, fucsia traforato con pagliuzze argentate nella lavorazione. Inutile dire che ha azzeccato i miei gusti al 100%.


Questo abitino nero con catenella dorata in vita è stato invece un regalo da parte di M., il fidanzato di mia sorella. Dite che l'ha scelto lui oppure si è trattato di un acquisto dal chiaro segnale di scelta femminile?! :)


Pandora ha decisamente "spopolato" per il mio ventiquattresimo compleanno: a parte il "Libro delle Fiabe", il primo charms che vedete a sinistra (comprato da me qualche mese fa), tutti gli altri sono stati dei regali. La cosa bella è che ognuno ha un significato, ed è stato un piacere vedere come le persone a me vicine abbiano cercato di accontentare i miei gusti e delineare la mia personalità con un piccolo gioiello. 
In ordine, il regalo di mia sorella Emma, dopodiché uno (dei tre) da parte del mio fidanzato, poi dalle mie amiche B. e C. (nonché fedelissime lettrici del blog!) e, infine, dalla mia amica E.


Questo è il secondo pensiero da parte del mio fidanzato: un peluche Trudi a forma di Pastore tedesco. Chiaramente voglio "tenere per me" il significato di questo dono, dunque vi basti sapere che da quando ce l'ho dorme sempre con me e fa la guardia al mio sonno, scacciando i brutti sogni!


Il terzo regalo del mio Lui è stato forse il più speciale: un quadernone rilegato in pelle fatto fare apposta in una delle legatorie più antiche della mia città. La copertina nera è qualcosa di magnifico, e le pagine anticate profumano di sogni e di scritti che spero, un giorno, di poter racchiudere lì dentro.


Sempre dalle mie amiche B. e C., un reggiseno di Intimissimi come piace a me: nero in pizzo, semplice ma meraviglioso.


Infine, non poteva mancare un libro tra tutti questi regali! Si tratta del quarto volume di Alessia Gazzola, facente parte della serie "gialla" con protagonista il medico legale pasticcione Alice Allevi: già ve la avevo consigliata in passato, ma qui rinnovo il mio suggerimento... si tratta di una collana davvero carina, leggera e molto coinvolgente! Regalo di F., S. e rispettive famiglie, nonché la mia seconda grande famiglia (acquisita).

Qual è il dono che vi piace più di tutti? Riuscite a indovinare il mio preferito? C'è qualcosa che invece non incontra il vostro gusto?
Fatemi sapere!

Fanni